APRI GLI OCCHI

Sai che l’acqua, sia da rete idrica che da pozzo, non sempre ci arriva pura?

Da oltre trentanni in Costa Smeralda, il nostro obbiettivo è renderla perfetta: attraverso lo studio dell’acqua e l’ultilizzo delle tecnologie più avanzate, così da potervi passare quanto più tempo possibile in totale sicurezza: evitando fastidiose irritazioni e infiammazioni. Sia essa di piscina, vasca idromassaggio o per uso domestico.

Cosa devo considerare prima della disinfezione?

Sono tre i parametri importanti da considerare per un giusto equililbrio dell’acqua.

  1. TH (Durezza Totale): la durezza dell’acqua determinata dalla presenza di magnesio e calcio.
  2. PH (Potenziale Idrogeno): Di certo il più conosciuto fra i parametri, determina il livello di acidità o alcalinità dell’acqua.
  3. TAC (Alcalinità totale): l’alcalinità dell’acqua (contenuto di bicarbonati) ovvero la capacità dell’acqua di resistere ai cambi repentini effettuati sul PH. Pertanto il TAC ne determina la stabilità.

Cosa accade se l’acqua non è “perfetta”?

Durezza o eccessiva morbidezza dell’acqua possono causare diversi problemi: è causa di irritazioni alla pelle e occhi arrossati; l’acqua potrebbe diventare biancastra e lattiginosa, potrebbero crearsi incrostazioni su filtri e scambiatori di calore, o corrodere le parti metalliche e la vasca stessa.

Disinfezione (Trattamento dell’acqua)

La disinfezione è necessaria per rimuovere gli inquinanti presenti in piscina, sia che provengano dall’ambiente, dalla natura o dai bagnanti: materie organiche (erba, foglie, terra, polvere, polline, spore di alghe, fuliggine, piogge acide, pioggia polverosa, prodotti cosmetici, oli, muco, sudore, urine, saliva, particelle cutanee e forfora), microorganismi (batteri, funghi, virus che alimentano sostanze organiche).

Come disinfetto la mia piscina?

Cloro: nelle sue varie forme (in pastiglie, polvere, liquido con o senza stabilizzanti) è da sempre il sistema più utilizzato per la disinfezione dell’acqua di piscina, soprattutto in Italia.

No Cloro: Dopo anni di studio dell’acqua in Costa Smeralda, con l’ausilio delle più avanzate tecnologie disponibili sul mercato, ma soprattutto la soddisfazione dei nostri clienti in oltre trent’anni, possiamo affermare che data la morbidezza dell’acqua nella nostra area di interesse (e nel nordest della Sardegna In generale) rende l’uso di biguanide o in alternativa ossigeno attivo il miglior metodo di disinfezione.

L’uso di biguanide, perfetto per il trattamento delle acque dolci, nonché per la disinfezione da sostanze organiche e microrganismi, permetterà di trascorrere ore in acqua in totale spensieratezza; inoltre ha un buon odore, non brucia gli occhi, non secca la pelle ne rimuove l’abbronzatura tanto ricercata nelle vacanze estive, ma al contrario, la rende elastica e morbida.

E’ sufficiente la sola disinfezione per rendere l’acqua perfetta?

Ovviamente no! Per mantenere l’acqua in perfette condizioni è necessario un sistema di filtrazione che abbia le giuste proporzioni tra pompe (motori), filtri, bocchette d’aspirazione e mandata, la manutenzione e la pulizia dello stesso.

Inoltre, per eliminare certe problematiche può essere necessario utilizzare prodotti coadiuvanti, come coagulanti e brillantanti, catalizzatori, eliminatori di fosfati, alghicidi specifici, sequestranti di metalli e rame, flocculanti e altro ancora.

Contattaci